Il mare, il buon bere, il mangiare bene e...chi più ne ha, più ne metta

9 agosto 2013

Spatola, sciabola o bandiera che dir si voglia


 Ebbene sì, questo pesce azzurro che amo così tanto ha molti nomi più o meno dialettali, ma la sostanza non cambia. E’ un pesce buonissimo, bello a vedersi col suo colore argenteo, abbastanza economico e versatile, potendosi impiegare in tanti modi.
Già che siamo in estate piena, che fa caldo, che si ha voglia di star poco ai fornelli, che si ha la necessità di preparare ricette semplici e gustose, ecco appunto una “ricetta-non ricetta” facile, veloce e buonissima. Neanche ve la dico, per quanto è semplice.
Lavare i tranci di spatola (precedentemente tagliati dal pescivendolo),
 
 
asciugarli, infarinarli e friggerli. Ecco fatto. E che morbidezza e croccantezza...
 
 
Un altro ottimo modo di cucinare questo pesce è prepararne una parmigiana. Quindi una parmigiana di pesce bandiera. E da chi prendere la ricetta se non dal mitico Gennaro Esposito? Eccola!
 
Con questo post il mio blog si prende un po’ di ferie e ci si risente verso la fine del mese.
Buone vacanze a tutti, leggete, rilassatevi e soprattutto fate delle ottime food experience. E quelle più interessanti, per favore, raccontatemele ;-)
A bientôt!

4 commenti:

daniela64 ha detto...

Ciao Enrico , ho visto spesso questo tipo di pesce da mio pescivendolo, ma ancora non l'ho mai provato, è certamente ottimo e voglio provarlo. Buona giornata Daniela.

Carmine Volpe ha detto...

buone vacanze il pesce bandiera ha un ottimo rapporto qualità prezzo

Lefrancbuveur ha detto...

@Daniela: vedrai che ti piacerà. Buone vacanze!

Lefrancbuveur ha detto...

È vero,Carmine. Buone vacanze anche a te ;-)