Il mare, il buon bere, il mangiare bene e...chi più ne ha, più ne metta

6 aprile 2008

La “tiella” di riso, patate e cozze


Immagine tratta dal sito http://www.politicheagricole.it
Ecco una delle ricette che più amo in assoluto e che mi fa ricordare ancora una volta la posizione di primissimo piano della cucina pugliese nella mia personalissima graduatoria delle cucine regionali.
Secondo me questo piatto è strepitoso per il gusto che sprigiona a fine cottura e per l’abbinamento tra un prodotto proveniente dal mare come le cozze, con gli ortaggi e formaggi dal gusto forte come il pecorino. Tutti insieme questi ingredienti si uniscono e fondono in modo armonico e veramente godurioso!
Questa è la ricetta che conosco, ma i cultori della cucina pugliese sono autorizzati a correggermi qualora vi fossero da qualche parte delle imprecisioni.
Quindi se mi sbaglio, cari pugliesi tra cui la mitica Grazia, mi “corriggerete”, come diceva il nostro amatissimo Papa Giovanni Paolo.
Dunque ecco la ricetta:

Ingredienti:
1 kg di patate
2 zucchine medie
1/2 kg di pomodori rossi (o una scatola di pomodoro pelato da 1/2 kg sgocciolato)
2 cipolle medie
1 spicchio d'aglio
un ciuffo di prezzemolo
1/2 kg di cozze
200 gr. di riso Arborio
50 gr. di parmigiano grattugiato
50 gr. di pecorino grattugiato
150 dl. di olio extravergine
sale e pepe q.b.

Sbucciare le patate e tagliarle a rondelle sottili. Lavare le zucchine e tagliarle allo stesso modo delle patate.
Raschiare le cozze, lavarle ed aprirle sul fuoco utilizzando solo la parte dove è presente il mollusco.
Affettare la cipolla, tritare sottilmente il prezzemolo e l'aglio. Tagliare in piccoli pezzi i pomodori o il pelato.
Mettere in una teglia di terracotta di circa 25 cm. di diametro una parte della cipolla affettata, un pò di prezzemolo e qualche pezzetto di pomodoro, salare e pepare e condire con l’olio. Fare un primo strato di patate con qualche fettina di zucchina.
Mettere sopra alcune cozze e su queste parte del riso; su questo strato mettere poco aglio e prezzemolo tritato, pezzetti di pomodoro, sale pepe, parmigiano e pecorino; condire con olio. Ripetere tutte le operazioni e terminare con uno strato di patate, zucchine e cipolle e condire nuovamente con pezzetti di pomodoro, parmigiano, pecorino, sale, olio e pepe. Aggiungere un bicchiere d'acqua e cuocere in forno preriscaldato a 200 gradi per un ora circa.
Ribadisco: vi assicuro che questo piatto è mitico!

12 commenti:

anna ha detto...

Sai che non l'ho mai provato?
Ma dev'essere mitico, come dici tu.

La cucina pugliese, del resto, è una delle migliori, anche per gli abbinamenti, semplici, ma particolarmente riusciti e gustosi!

A presto

lefrancbuveur ha detto...

è vero, magari prova a eseguire la ricetta e poi ne riparliamo!
buona notte!

Cuocapercaso ha detto...

Buonissima, confermo assolutamente!! un profumo ed un gusto unici! sai che nel barese c'è una diatriba in corso, storicamente, da anni su questo piatto e l'uso delle cozze e della zucchina? senza cozze, una delle versioni, si chiama tiella "fujta" (quelle fuggite son le cozze!!) e in molte famiglie non si usa mettere la zucchina. Nella mia per esempio si fa senza. Tuttavia il sapore del piatto in entrambe le versioni è strepitoso!

ciao

Grazia

Elvira ha detto...

MA che sorpresa!!!!!
Posso dire la mia in qualita' di barese?? (si sono sempre quella che abita in prov. di NA...solo da qualche anno, ma sono barese di stirpe, nascita e formazione :P )

Devo farti i complimenti per il procedimento, perche' e' proprio quello che fa la mia mamma....solo le zucchine, non ho mai sentito che entrasssero nella tiella!
Poi, penso che ci stiano bene, e la ricetta non e' certo una reliquia intoccabile, solo che in quella tradizionale non ci sono...

Ed ora di confesso l'inconfessabile...a me non piace...mangerei solo le cozze!!!
Ciao e grazie per avermi fatto respirare aria di casa!

Elvira ha detto...

Ah scusa, ora ho letto i commenti nel post precedente..sai che ho abitato per due anni in salita arenella????
Mi mancano le mie passeggiate serali in via Scarlatti.....quanto camminavo!
Quando ho dovuto cercare casa con mio marito pero' mi sono resa conto che i prezzi degli affitti in quella zona sono assurdamente alti :-O

lefrancbuveur ha detto...

grazie a tutte!
per grazia: è vero, ho sentito questa storia delle zucchine....io la conosco solo con le zucchine e devo dire che non ci stanno male! ma chissà...solo con le patate potrebbe essere ancora meglio!

per elvira: prego, prego. è grave che a te non piaccia, eh? cosa allora prepari di buono nella cucina pugliese? un altro piatto buonissimo è fave e cicoria.
addirittura abitavi li? mia nonna abita a via bernardo cavallino...bella via scarlatti e anche la friggitoria a piazza fuca...ciao e a presto!

Ciboulette ha detto...

Mai preso niente da qiella friggitoria, per stupidissimi sensi di colpa...ma si puo???

PS; hai beccato proprio fave e cicori, non amo il pure' di fave secche, ora basta senno' mi tolgono la cittadinanza :P
In compenso pero' amo tanto il pesce crudo, questo mi riabilita come barese.... :)

lefrancbuveur ha detto...

gravissimo tutto ciò da parte tua! doppiamente!
vabbé il pesce crudo ti ha salvata...:-)
a presto!

Gracianne ha detto...

Un mythe a essayer, certainement. Quel plat original!

lefrancbuveur ha detto...

Oui, Gracianne,tu auras les felicitations de tes amies si tu cuisines cette recette!

Anonimo ha detto...

Io dico, come si può usare il formaggio con le cozze?????? E' un sacrilegio, vergogna!!!!

Lefrancbuveur ha detto...

Innanzitutto, Anonimo, firmati altrimenti la prossima volta non ti pubblico.
Punto secondo: aggiornati, le cozze col formaggio le trovi abbinate in tantissimi piatti.
Terzo, a me piacciono e quindi questo è sufficiente!
Buona giornata!