Il mare, il buon bere, il mangiare bene e...chi più ne ha, più ne metta

14 dicembre 2010

Du Muscadet, s’il vous plaît


Oggi parliamo di Muscadet. Forse non tutti conoscono questo vino prodotto in un’area intorno a Nantes*, non lontano dalla costa Atlantica. Ma chi legge i romanzi di Maigret dovrebbe ricordare che il noto Commissario beveva questo vino quando era più caldo ed aveva sete. Il Muscadet è infatti un vino relativamente semplice, prodotto con uva Melon de Bourgogne, chiamata localmente Muscadet. Le tipologie più pregiate di Muscadet provengono dalla sottozona “Sèvre-et-Maine”, un’area che prende il nome dai due omonimi fiumi che scorrono nella zona. Al fine di migliorare la struttura di questo vino, negli anni ‘70 e ‘80 molti produttori iniziarono a far maturare il Muscadet sulle proprie fecce (“sur lie”) e lieviti, una pratica che indubbiamente conferisce al vino una maggiore complessità.

L'areale di produzione del Muscadet
Immagine tratta dal sito http://www.nantes-tourisme.com/fr/decouvertes/autour-de-nantes/route-des-vins-10207.htm
  Qui a Roma da “Comptoir de France” ho trovato un ottimo Muscadet biodinamico prodotto da Guy Bossard il cui vino è in coltura biologica dal 1975, con inizio dei trattamenti biodinamici a partire dal 1992. L'obiettivo di Guy è di ottenere una vite resistente seguendo i principi biodinamici, in grado di poter esprimere tutte le sfumature del territorio per il piacere del consumatore.
Il Muscadet è noto per i suoi abbinamenti con i crostacei e i frutti di mare ed ha dei sentori finali salini, quasi iodati, che ricordano il mare che a me piacciono molto.
E’ ottimo da bere nelle belle serate estive, ma anche in abbinamento ai piatti di pesce della Vigilia di Natale che si sta piacevolmente avvicinando.
Con l’aiuto della mia amica blogger Gracianne (che ringrazio ancora) ho avuto poi la segnalazione anche di altre aziende che producono un ottimo Muscadet che spero di assaggiare in altre occasioni, quando potrò reperire questi vini. Eccole:

• Domaine de la louveterie ed in particolare la cuvée Amphibolite Landron (segnalato a sua volta a Gracianne da Patrick CdM, un bretone del blog "Cuisine de la Mer", che lo definisce il migliore Muscadet del mondo!)
• Nelly Marzeleau (domaine du Presbytère)
• domaine de La Landelle

Per finire, vi lascio con una ricetta bretone a base di Muscadet, tratta dal libro “Les recettes bretonnes de Tante Soizic”, Editions Ouest France. Si chiama "Escalopes de veau à la mode d’Iffiniac".
Iffiniac è un paesino vicino alla baia di Saint Brieuc in Bretagna dove si producono delle cipolle molto particolari di tipo giallo/dorato.

Ecco gli ingredienti:
(per 5 persone)

5 piccole scaloppe di vitella
1 kg di cipolle d’Iffiniac (non le troverete in Italia, ma utilizzatene altre gialle/dorate)
1 bicchiere di Muscadet
sale, pepe
groviera grattugiata
pangrattato
100 gr di burro

Far fondere nel burro in un tegame le cipolle tagliate molto sottilmente finché non diventano dorate. Aggiungervi la carne e grattugiarvi sopra il formaggio groviera, spargendovi anche del pangrattato. Far cuocere per pochi minuti. Aggiungere un bicchiere di Muscadet e infornare a fuoco moderato per 45 minuti. Si formerà una gustosa crosticina ma l’interno sarà morbido grazie alle cipolle.
E’ un piatto buonissimo che vi consiglio di provare. Io personalmente amo molto l’abbinamento cipolle-groviera come nel caso della Soupe à l’oignon gratinée. L’ultima volta che ho preparato questa carne non l’ho fotografata ma solo mangiata, di qui il motivo dell’assenza della foto…

*città della Francia, tra l’altro, che legge di più il mio blog in base alle statistiche google

16 commenti:

Gracianne ha detto...

Oh, Enrico, tu me donnes envie avec ton plat breton, meme sans photo, je sens que je ne vais pas tarder a l'essayer.
je suis contente d'avoir pu te donner quelqus informations, grace a mes amis bretons. J'ai appris pas mal de choses sur le Muscadet par la meme occasion.

Kitty's Kitchen ha detto...

Ecco e ero devo provarlo! Mi haiproprio incuriosito con questa dritta. Non credo di aver mai bevuto il muscadet.
Un caro saluto

Lefrancbuveur ha detto...

@Gracianne: merci encore pour avoir été si gentile!

@Elisa: quando verrai a casa mia, Muscadet a fiumi :)

Alem ha detto...

Io l'ho bevuto, e leggere il tuo post mi ha riportato davanti al mare francese.
Mando Cla a prenderlo da Marcello e Valeria e mi rituffo nella scorsa estate, che dici?

Lefrancbuveur ha detto...

@Alem: devo provare anche il loro e presto farò loro una visitina conoscitiva :)

valeria ha detto...

Post molto interessante! Grazie delle informazioni Enrico! :-)

Lefrancbuveur ha detto...

Di niente, Valeria e spero che ci conosceremo presto :)

Daniela ha detto...

Sai che anch'io non lo conoscevo ed ora non vedo l'ora di provarlo. Molto interessanti le ricette che hai proposto, non resta che andare alla ricerca di questo vino.Ciao Daniela.

Lefrancbuveur ha detto...

Lo troverai e mi dirai, Daniela. :)

Dominique ha detto...

Un petit verre de Muscadet avec des moules ou des huitres... le bonheur! Je te souhaite de bonnes fêtes de fin d'année! Bises...

Lefrancbuveur ha detto...

@Dominique: oui, c'est parfait! bonnes fetes à toi aussi :)

Henriette ha detto...

Bonjour Enrico,
Merci de ton gentil petit mot sur mon blog. Tu as toujours su être présent et je t'en remercie.
Je reviens doucement mais sûrement et c'est avec plaisir que je bois un verre de Muscadet avec toi!
J'aime particulièrement ce vin, il se marie parfaitement avec les produits de la mer (goûte-le aussi avec un saumon beurre blanc, un vrai régal, tu m'en diras des nouvelles!)
Je te souhaite de bonnes fêtes de fin d'année et je te fais plein, plein de poutous

Lefrancbuveur ha detto...

Ciao Henriette,de rien. je suis content que tu es retournée! Comment vas-tu? j'éspère que les choses se passent mieux.
Quant au Muscadet, je vais alors gouter le "mariage" avec le saumon. Joyeuses fetes à toi aussi et à bientot, j'éspère!

Anonimo ha detto...

Stupendo vino assaggiato proprio lì, in zona di produzione!
Gianni

Lefrancbuveur ha detto...

Bravo, come farò presto io :)

Lefrancbuveur ha detto...

Vi comunico con grande piacere che si parla di questo post anche qui:
:) http://calciofrancese.gazzetta.it/post/23760757/piu-e-meno-18a-giornata-la-poesia-di-nene