Il mare, il buon bere, il mangiare bene e...chi più ne ha, più ne metta

18 marzo 2008

Pasqua: casatiello e pastiera


Siamo entrati nella Settimana Santa e quindi siamo “autorizzati” a preparare qualcosa di molto pesante ma anche mooolto buono.
A Napoli due classiche ricette si preparano durante il periodo di Pasqua: il casatiello e la pastiera. La prima è una pizza rustica fatta con farina, lievito, strutto, formaggi salumi e molto pepe (con uova sode incastonate).
La seconda è un dolce fatto con grano, ricotta, uova, canditi, spezie ed essenze varie aromatizzanti.
Sono entrambi dei “miti” della cucina napoletana che si trovano spesso in “brutta copia” anche in altri luoghi fuori della Campania.
Io invece quando ho avuto un attimo di tempo durante lo scorso weekend, li ho preparati in casa per la prima volta e devo dire che mi sono riusciti bene.

E’ bello preparare queste ricette perché uno di solito sa solo mangiare la pastiera e il casatiello, ma perderci del tempo a prepararli fa a capire bene come vengono utilizzati gli ingredienti e apprezzare di più quello che dopo si mangia.
Ho cercato di eseguire alla lettera le rispettive ricette provenienti da autorevoli libri sulla cucina napoletana, senza farmi condizionare da varianti meno attendibili o volutamente “creative”.
Io sono dell’opinione che la tradizione è tradizione e in certi casi (come accade in occasione delle feste) non la si può sostituire o integrare con l’innovazione! Ben vengano le idee nuove e le creazioni innovative anche dei grandi chef, ma in certe circostanze viva la sana tradizione, rispettata pienamente e seguendo e tramandando ciò che i nostri nonni ci hanno sapientemente trasmesso nel tempo.
Viva la tradizione e Buona Settimana Santa a tutti!

15 commenti:

Flo Bretzel ha detto...

Le voilà ce fameux gâteau de Pâques!

anna ha detto...

Concordo e ... complimenti per le tue preparazioni!
Se riesco, come ogni anno, preparo la pastiera tra qualche giorno. Il casatiello, invece, l'ho sempre acquistato già pronto in un forno vicino.
Sarei curiosa di sapere come si usa il casatiello in Campania, con cosa si accompagna e in quale giornata e pasto si consuma prevalentemente...
Ti auguro una felice Pasqua!

lefrancbuveur ha detto...

Pour Flo: oui et en France ou Allemagne?

grazie Anna! anche la tua pastiera sarà buonissima!
beh, si accompagna con bei vini rossi strutturati. Non c'è un giorno preciso in cui consumarlo ma ovviamente nei giorni di Pasqua (insieme ad altri altrettanto buoni e pesanti cibi)o in quello di Pasquetta magari in occasione di qualche bella scampagnata, il consumo è più frequente.
Buonissima Pasqua anche a te ma magari gli auguri te li rifaccio più a ridosso. Ciao!

Marcela ha detto...

Il casatiello non ho mai provato a farlo. La pastiera la faccio da un paio d'anni, con la ricetta di Rosaria Rubino di Coquinaria. Senza crema, che sarebbe la versione tradizionale, vero?
Sono curiosa, com'è la ricetta che hai fatto tu?

lefrancbuveur ha detto...

Certamente senza crema...giusto!
La mia è la classica ricetta: si fa bollire il grano con latte, scorza d'arancia grattugiata, vanillina fino a che non si è ben cotto. A parte si unisce alla ricotta lo zucchero, la cannella, essenza di fiori d'arabcio, canditi, i tuorli di 3 uova e poi 2 chiare d'uovo sbattute a neve. Poi si unisce il grano si mette in uno stampo rivestito di pasta frolla ...et voilà.
Ovviamente ho semplificato... ci vuole del tempo. Comunque appena posso ti invio la ricetta precisa che ho.
Ciao e a presto!

anna ha detto...

Ho preparato ieri la pastiera e ho acquistato il casatiello (non è bello come il tuo). Sono praticamente a buon punto, ora verrà il resto...
Ma sono passata per augurarti una felice Pasqua e una splendida primavera!
Un abbraccio :-)

lefrancbuveur ha detto...

Grazie moltissime, Anna. Ovviamente ricambio! poi mi racconti bene della pastiera.
Hai visto che tempo a Roma? altro che primavera...io dovrei andare in Toscana ma con questo tempo...
Comunque grazie ancora e a presto!
LFB

marcella candido cianchetti ha detto...

2 peccati da fare subito subito buona pasqua

lefrancbuveur ha detto...

per le bontà c'è sempre tempo...

Gracianne ha detto...

Je suis desolee de ne pas etre passee pour Paques, mais je n'avais pas faim alors. La pastiera je l'ai goutee a Naples, celle de la mere d'un ami, et j'en garde un souvenir emu. Ou est donc ta recette?

lefrancbuveur ha detto...

Pour la recette tu dois patienter parce que je dois la traduire de l'italien. Mais je te l'enverrai.
A bientot!

marcella candido cianchetti ha detto...

il casatiello è una goduria ed è bene seguire la ricetta tradizionale, la penso cosi x tutti i cibi tradizionali!

lefrancbuveur ha detto...

sono pienamente d'accordo con te, Marcella!

LA MOZZA ha detto...

ciao!!! ma quanto è ricco di cose il tuo blog =)
ti ho appena inserita tra i link dei miei blog preferiti nella mia pagina, spero farai lo stesso =)))
www.mozzaincarrozza.com

Lefrancbuveur ha detto...

@Lamozza: inserito, vorrai dire :). Grazie del link. Adesso guardo il tuo blog e lo linkerò al mio. Auguri di buon anno!
Enrico