Il mare, il buon bere, il mangiare bene e...chi più ne ha, più ne metta

19 luglio 2016

Supplì di (spaghettini di) riso


L’altro ieri sono stato da Eataly al Festival del supplì. Tra un una fila mostruosa e l’altra, ho assaggiato uno strepitoso supplì della Gatta Mangiona, con gorgonzola cremoso e aringa affumicata, cotta nella birra scura Admiral del birrificio 32 Via dei Birrai. Un grandissimo prodotto, come tutti i piatti della Gatta, del resto.
Successivamente, colto da contagiosa voglia di preparare dei supplì, ovviamente non con la stessa maestrìa, ho voluto anch’io partecipare idealmente a questo Festival, facendoli in casa. Ma non con del riso, ma piuttosto con degli spaghettini di riso. Sempre di riso si tratta, no? Avevo tra l’altro casualmente una loro confezione nella quantità ideale per preparare questi supplì e allora era d’obbligo procedere su questa strada.
Ne ho fatti di due tipi, uno più estivo con pomodori freschi, poco olio extravergine, acciughe, colatura di alici e mozzarella e l’altro con del pesto artigianale. Non certo supplì da effetti speciali, ma l'importante è che siano risultati buoni.


Essendo gli spaghettini di riso molto delicati e morbidi, l’accorgimento è, una volta cotti e conditi, di lasciarli rassodare in frigorifero per molte ore e poi fare una doppia panatura uova-pangrattato-uova-pangrattato. Inoltre, anche dopo la panatura, ho fatto ancora rassodare i supplì per qualche ora in frigorifero.
Ho fritto poi i supplì in abbondante olio da frittura, e ne sono venuti fuori degli ottimi prodotti, compatti, croccanti e gustosi.
Insomma una variante carina e sfiziosa dei soliti supplì. Volendo, abbinateli a gustose salse, che possono essere le più diverse. Queste ultime rappresentano un plus che secondo me dà grande valore aggiunto, in generale, a queste già sfiziose preparazioni!

2 commenti:

Chiara Giglio ha detto...

l'aspetto è molto sfizioso, ti sono venuti benissimo !

Lefrancbuveur ha detto...

Grazie, Chiara!