Il mare, il buon bere, il mangiare bene e...chi più ne ha, più ne metta

28 febbraio 2013

Pollo alla piastra su crema arancione e granella di mandorle


 
Preparatevi perché sul mio blog vi aspetta una serie di ricette che hanno come ingrediente (principale o secondario) le mandorle.
E’ una materia prima che mi piace e poi me ne hanno regalate un bel po’, di origine siciliana e tostate.
Cosa farci? Le mandorle le preferisco nettamente nelle preparazioni salate (e di questo mi occupo io) ma nei dolci come mi consigliate di usarle a parte la torta caprese e quelle più classiche?
Mentre ci pensate, io vi propongo un primo utilizzo in cui le mandorle appaiono come ingrediente direi secondario, ma neanche tanto.
Una ricetta semplice ma molto buona, una di quelle preparazioni che piacciono tanto a me :-)
Tanto per fare i fighi (mica solo con lo scalogno si può esser tali…) il nome di questa ricetta potrebbe essere:

 “Petti di pollo alla piastra su crema di zucca e carote, con granella di mandorle tostate tagliate grossolanamente e rosmarino
Eh?

Ecco come si fa:

Pulire per bene e tagliare a dadini una bella fetta di zucca e 4-5 carote. Lavare i dadini così ottenuti sotto l’acqua corrente. In una casseruola far imbiondire in olio extravergine della cipolla e successivamente metterci dentro i cubetti di carota e zucca. Far “tostare” poco tempo e poi coprire a filo con dell’acqua fredda. Dopo circa mezz’ora (anche meno) gli ortaggi saranno cotti. Far raffreddare un po’ e successivamente frullare col minipimer, fino ad ottenere una bella crema densa.
Sulla piastra intanto cuocere per il tempo necessario due petti di pollo. A questo punto siamo pronti per impiattare: sul fondo del piatto “a specchio” mettere una bella dose di crema arancione di zucca e carote tiepida. Adagiarci sopra i due petti di pollo grigliati e ben caldi. A guarnizione, sulla crema, aggiungere le mandorle tostate pestate grossolanamente (anche con un batticarne in un tovagliolo chiuso) e del rosmarino fresco.
Che dire? Provate e fatemi sapere. E fatemi sapere anche qualche proposta di utilizzo mandorle (in ricette dolci, ma anche salate).
Alla prossima!

14 commenti:

Virginie ha detto...

Questa me la segno caro Enrico! A bientot :)

Lefrancbuveur ha detto...

Grazie Virginie, à très tot ;)

Carmine Volpe ha detto...

li per li sembra un non nulla invece è un piatto molto raffinato

daniela64 ha detto...

Dev'essere buonissimo, ottima proposta. Un saluto Daniela.

Lefrancbuveur ha detto...

Grazie mille, Carmine. Comunque sul mio blog troverai anche piatti semplici. L'importante è che siano buoni e che piacciano a me. Non è detto che i piatti, per esser buoni, debbano essere necessariamente complicati!

Lefrancbuveur ha detto...

@Daniela: grazie e buon fine settimana!

Annamaria ha detto...

ciao Enrico. Ricettina facilissima: 300 gr di farina di mandorle, 5 uova intere più 3 albumi montati a neve (io ho montato a neve anche gli altri 5 albumi), 250 gr di zucchero, il succo di un limone. A 160° per 45 minuti circa. Buona e anche senza glutine. Domani proverò la tua. Grazie e buon lavoro!

Gracianne ha detto...

Ah des recettes sucrees avec les amndes, il y en a tant - je vais reflechir un peu. En attendant celle-ci est vraiment sympa, simple et raffinee a la fois.

Lefrancbuveur ha detto...

Grazie mille, Anna Maria :)

Lefrancbuveur ha detto...

Merci, Gracianne!

Serena ha detto...

Sì, dai ci piace, è decisamente una ricetta figa, anche se non c'è lo scalogno!

Yrma ha detto...

Quante buone ricette da leccarsi i baffi mi son persa!!!!:-)Questo puoi scommetterci lo riproporrò;-)
Un bisous mon cher ;-)

Lefrancbuveur ha detto...

@Serena: ;)

Lefrancbuveur ha detto...

@Yrma: pensavo mi avessi abbandonato... ;)