Il mare, il buon bere, il mangiare bene e...chi più ne ha, più ne metta

17 settembre 2015

Prima di rituffarsi in acqua…


I post relativi alle vacanze estive possono essere davvero tanti, visto che si fanno moltissime food experience e si visitano tanti bei luoghi degni di essere raccontati per bene sul blog. Man mano, ma con calma, cercherò quindi di condividere il tutto con voi.
Innanzitutto c’è da dire che uno dei racconti della mia estate non può non riguardare i ristoranti che ho visitato durante le recenti (?) vacanze al mare, fatte in vari luoghi della nostra bella penisola.
Mi piace parlare, in particolare, di uno specifico genere di ristoranti, quelli che si trovano SUL mare, per i quali chi mi segue da tanto sa che ho una particolare predilezione.
Locali dove tutto è più bello, con scenari mozzafiato davanti agli occhi, e anche più buono perché vuoi mettere uno spaghetto a base di pesce mangiato davanti al mare e uno stesso degustato in un anonimo ristorante”?
Ma nei locali di cui vi parlo oggi la qualità dei piatti è effettivamente eccelsa e oggettivamente buona, al netto della suggestione derivante dal contesto spettacolare in cui gli stessi ristoranti sono ambientati.
Devo anche precisare che spesso vado in questi locali per una pausa pranzo tra un bagno e l’altro, quindi a volte capita, per giudicarli, di gustare un solo piatto o poco più. Ma tant’è…
I ristoranti che vi segnalo oggi sono principalmente situati nell’isola d’Ischia, dove spesso trascorro almeno parte della mia estate.
Vi porto quindi innanzitutto al ristorante la Rondinella nella bellissima baia di San Francesco. Qui, davanti ad un mare blu intenso, con in lontananza Forio e la chiesetta del Soccorso che sembra un puntino bianco tra cielo e mare, si mangia davvero bene.


Voglio segnalare in particolare due piatti di questo locale che spiccano su tutti: l’antipasto di mare e gli spaghetti con cozze, scamorza stagionata e limone.


L’antipasto è qualcosa di fantastico, sia dal punto di vista cromatico che gustativo: un tenerissimo polpo all’insalata, del freschissimo tonno su salsa di agrumi, del salmone con pinoli e uvetta, alici ripiene di provola impanate e fritte, gamberi in crosta di mandorle. Una cosa più buona dell’altra, insomma. Solo questo antipasto varrebbe la visita a questo ristorante.
Tra i primi, uno dei cavalli di battaglia è decisamente il surrichiamato spaghetto con cozze, scamorza stagionata e limone.


Un abbondante piatto in cui il sapore di mare ben si combina con la sapidità della scamorza, presente anche a cubetti (quasi da essere confusa con l’aglio) e il cui gusto a sua volta si “smorza” col limone. Che pulisce la bocca, sgrassa e dona un ottimo profumo alla pietanza. Segnalo anche che in questo locale come antipasto vengono servite delle buone bruschette, appena agliate, arricchite dalla grande dolcezza degli ottimi pomodorini locali.


Altro magico posto ad Ischia è il Giardino dell’Eden di cui ho già parlato quiAnche il ristorante dell’Eden ha un’eccellente cucina ed è meraviglioso anche di sera.


Durante la giornata di mare, qui si possono mangiare deliziosi primi, con vista superba sul Castello di Aragona e sugli scogli di Sant’Anna.


Prima dei primi, lo chef offre un benvenuto rappresentato da golose zeppolelle, con pomodoro, parmigiano e basilico, a ricordare la pizzetta montanara. Chi ha più appetito, poi, può prendere come antipasto anche una buona parmigiana di melanzane.


Ma è tra i primi che ho assaggiato un piatto davvero strepitoso: uno spaghetto con cozze (ancora loro!) e peperoncini verdi (friggitelli) chiamato simpaticamente “Cozze e pepé”. Un gran piatto, macchiato con poco pomodoro, arricchito anche con del parmigiano e profumato delicatamente con del basilico fresco.


Infine, non tutti voi forse sapete che sono un grande estimatore dei calamari alla griglia. Cucinati nel modo più semplice possibile, solo con aggiunta di una spruzzatina di limone.


Ebbene, nelle mie vacanze in Sicilia nei pressi di Siracusa e precisamente sulla spiaggia di Fontane Bianche ho mangiato la fantastica ed ottima grigliata di calamari che vedete nella foto, a due passi dal mare dai colori tra il blu e l’azzurro, impreziosito da uno spettacolare costone di roccia, insieme a fascinosi scogli sparsi qua e là.


Il lido in questione si chiama, mi sembra, Sayonara e il relativo ristorante prepara tante altre cose buone che non ho potuto però assaggiare.
A breve dovevo rituffarmi in acqua….

2 commenti:

Chiara Giglio ha detto...

un menù da urlo, una prelibatezza dietro l'altra !

Lefrancbuveur ha detto...

Ciao Chiara,
Grazie. Non è un menù di un solo ristorante, ma forse potremmo chiamarlo il "menù dell'estate" ;)
A presto.

Enrico