Il mare, il buon bere, il mangiare bene e...chi più ne ha, più ne metta

3 settembre 2014

La ricotta col pesce


Partiamo da questo presupposto. Io ritengo che la ricotta stia molto bene col pesce. E’ infatti “neutra” ed assorbe molto bene tutti i sapori rilasciati da qualsiasi tipologia di pesce che si utilizza.
Presenta poi una certa sapidità, che ben si combina con le tipologie di pesce che hanno un sapore dolce, come i crostacei.
Insomma penso che sia una materia prima che, oltre a tanti altri tipi di piatti, si adatta molto bene anche al pesce.
Partendo da questo concetto, ho voluto fare un esperimento che è risultato davvero ben riuscito.
Ho infatti preparato dei calamari ripieni, mettendo al posto del solito ripieno (di pane secco ammollato e asciugato, tentacoli, pecorino, uova, ecc.) proprio la ricotta.
Lavorata in modo molto semplice, resa leggermente cremosa dall’aggiunta di poco latte, con in più un pizzico di sale e pepe, poco olio extravergine e qualche erbetta aromatica (basilico triturato finissimamente, poche foglioline di timo).
Ho utilizzato il basilico perché ho voluto preparare un sughetto a forte connotazione mediterranea, composto da soli pomodori tagliati a cubettini e tentacoli degli stessi calamari.
Riepilogando, la ricetta è questa:
(con le mie solite dosi “ad occhio”)

In una padella far imbiondire in olio extravergine uno-due spicchi d’aglio tagliati a pezzettini. Inserire poi i tentacoli dei calamari tagliati grossolanamente e farli rosolare per bene. Sfumare con del vino bianco secco, far evaporare e aggiungere una quantità sufficiente di pomodorini tagliati a cubettini.
Precedentemente avrete preso dei calamari medi interi e li avrete riempiti del composto di ricotta precedentemente descritto (ricotta + poco latte + olio evo + sale, pepe + basilico e timo).
Inserire questi calamari ripieni (ben chiusi con degli stuzzicadenti!) in padella nel fondo di cui sopra e portare a cottura aggiungendo poca acqua se necessario. Regolare di sale e servire, guarnendo con del basilico e della maggiorana fresca.
 
Il mio piatto in versione "tra sole e ombra"
Il piatto che ne viene fuori è delizioso. Tagliando i calamari, la ricotta si insaporisce e si "fonde" col delizioso sughetto che sa di mare. E il matrimonio è perfetto e lo sarà per sempre.
Altro che separazioni e divorzi ;-)
Buon appetito!

4 commenti:

valentine ha detto...

anche secondo me la ricotta sta bene col pesce, con i crostacei, ma io la vedo bene anche con le triglie o la pescatrice. questo calamaro dal ripieno insolito mi piace molto, profuma della mia terra, dove mare e orto sono indissolubilmente legati :)

Lefrancbuveur ha detto...

@Valentine: chissà, forse l'ispirazione del piatto mi è venuta proprio perché amo tanto la tua terra ;-)

daniela64 ha detto...

Anche secondo me la ricotta si sposa bene con il pesce , io in alcuni casi ci ho abbinato anche del caprino . Favolosa la tua ricetta , assolutamente da replicare . Buon fine settimana Daniela.

Lefrancbuveur ha detto...

@Daniela: anche il caprino ha il suo perché col pesce ;)