Il mare, il buon bere, il mangiare bene e...chi più ne ha, più ne metta

31 marzo 2013

Buona Pasqua con il “gattò” di zucca e patate

 
Oggi è Pasqua. E nell’Italia centrale si usa fare, a differenza di quanto avviene nella mia regione di origine e nella mia famiglia, un’abbondante colazione di Pasqua con torte salate e dolci, salumi, uova ed altre prelibatezze.
E’ un’abitudine che sinceramente mi piace molto e non nascondo che anche in periodi non festivi qualche volta faccio colazione a base di prodotti dolci ma anche salati, come si fa abitualmente nei paesi del Nord Europa
.
Ebbene, oggi vi propongo una ricetta che potrebbe ben essere proposta sulla tavola della colazione di Pasqua. Si tratta ancora una volta di un classico della cucina napoletana, il “gattò” di patate, ma rivisitato. E’ infatti un gattò con zucca e patate ripieno di provola e speck.
 

Ecco gli ingredienti:
(per 4 persone)

7 patate medie
Una grande mezza luna di zucca
Burro, parmigiano qb
1 etto di Speck dell’Alto Adige
200-300 grammi di provola affumicata a cubetti
2 uova
Sale, pepe

Bollire le patate dopo averle lavate. Nel frattempo far cuocere la zucca in forno a 160°C per circa 40 minuti o comunque fino a quando la polpa non diventa tenera. Con un cucchiaio staccare la polpa dalla buccia e tenerla da parte.
Spellare le patate una volta cotte e, ancora calde, passarle al passaverdure insieme alla polpa della zucca in modo da eliminare le parti più fibrose. Ne verrà fuori una polpa semi-arancione molto bella a vedersi.
A questo punto procedere come un normale gattò di patate: aggiungere al composto le uova, del sale e del pepe, abbondante parmigiano e mescolare bene.
Imburrare quindi una teglia da forno e porvi metà del composto spargendolo per bene lungo la teglia aiutandovi con un cucchiaio. Inserire poi i cubetti di provola e lo speck tagliato a dadini e aggiungere dell’altro parmigiano. Coprire con la restante parte di composto e cospargere la parte di sopra con un misto di parmigiano e pangrattato e fiocchetti di burro. Infornare a 180°C per circa mezz’ora, fino a quando non si formerà una golosa crosticina dorata.
 

Una variante quasi dolce-salata del gattò che vi consiglio vivamente!

Molti degli ingredienti di questa ricetta provengono dalla sporta di Tobia il Genuino, un’organizzazione nascente che seleziona prodotti ortofrutticoli (e molto altro) di qualità dai migliori produttori ed allevatori dell'agro pontino e del reatino. La consegna avviene comodamente a casa o dove si preferisce, sempre con la freschezza dell'appena colto.
Si tratta di prodotti biologici, naturali, coltivati su terreni incontaminati, lontani dallo smog e dall’inquinamento cittadino, seguendo le stagioni e i ritmi della natura.
Tutti questi prodotti sono stati da me testati e non posso che garantire la loro freschezza, genuinità e bontà: provateli anche voi!
E Buona Pasqua (e Pasquetta) a tutti!

14 commenti:

Chiara Giglio ha detto...

ormai per la Pasqua sono un pò in ritardo ma per la Pasquetta sono in tempo...Auguri Enrico ! Sulla zucca...passo, la trovo cordialmente antipatica!

Lefrancbuveur ha detto...

Grazie Chiara, ricambio gli auguri, non "zuccosi" allora ;)

Yrma ha detto...

E allora buona Pasqua a te mon cher! Spero che la Pasquetta sia un piacevole giorno in compagnia e....una fetta di questo gattò delizioso e con nota zuccherina per me, merci ;-)))) Un bisous ;-)

Lefrancbuveur ha detto...

Grazie mille, Yrma e... prendi pure una fetta del mio gattò ;)

Anonimo ha detto...

Ma sai che quasi quasi ci piace di più questa versione con la zucca e lo speck, di quella classica di patate e cotto! Molto più originale e gustosa! Compiamo la ricetta!
baci

Lefrancbuveur ha detto...

@anonimo: grazie!

daniela64 ha detto...

Le feste ormai sono passate, riesco solo ora a passare per gli auguri, scusami per il ritardo. Mi piace molto la tua variante del gatto'. Buona giornata Daniela.

Serena ha detto...

Ed'è quasi ora di pranzo!!! Zucca anch'io, ma in versione light, invidio molto quel ripieno di speck e provola!!!!

Sara Cecchetto ha detto...

adoro il gateau e questa versione è buonissima..

Not Only Sugar

Lefrancbuveur ha detto...

@Daniela: ma certo che sei scusata ;)

Lefrancbuveur ha detto...

@Serena: beh, per la pausa pranzo bisogna tenersi leggeri...

Lefrancbuveur ha detto...

Grazie Sara!

Anonimo ha detto...

Super bon!

Lefrancbuveur ha detto...

@Anonimo: eh, oui ;)