Il mare, il buon bere, il mangiare bene e...chi più ne ha, più ne metta

13 novembre 2012

La tovaglietta ed i finger food



 
Non ci crederete ma quella che vedete nella foto non è a sua volta una foto, ma una tovaglietta lavabile.
L’ho comprata tanti anni fa su un sito internet che vendeva ottimi prodotti tipici e che volle anche offrire un calendario-tovaglietta “mostrando le facce” di dodici produttori dei loro eccellenti prodotti.
In questo caso si tratta di un produttore abruzzese he produce dei fantastici formaggi di latte ovino (di razza Sopravissana) tra cui la mitica ricottina al fumo di ginepro di cui ho parlato già qui.
In questa azienda tra l’altro è possibile addirittura adottare una pecora…
Mi fanno tanta tenerezza questi cuccioletti in braccio al loro proprietario ed allevatore. Ed a voi?


Su questa tovaglietta ci ho mangiato (anche) dei finger food recentemente preparati da me e fatti con polenta di ceci e salsiccia di Ariccia al forno.
Un cibo rustico che ben si coniuga secondo me al contesto della tovaglietta. Una passeggiata nelle verdi montagne abruzzesi della provincia dell’Aquila (in una località denominata Anversa degli Abruzzi) può infatti far venire una fame notevole ed il risultato può essere una mangiata tipo questa (ma in quantità ben più abbondanti, s’intende! ;)
 

Che fame ragazzi!!!

13 commenti:

Chiara Giglio ha detto...

I finger food hanno un aspetto molto sfizioso, i cuccioli fanno tenerezza e mettono voglia di coccolarli , l'omaccione ...no!Buona giornata Enrico, se vuoi dare un'occhiata ad un buon polpettone passa da me, oggi ospito Clara !

Lefrancbuveur ha detto...

@Chiara: ah-ah-ah l'omaccione no :)) ok, darò un'occhiata al polpettone sul tuo blog ;)

Gracianne ha detto...

He he - je veux adopter une brebis :)

dede ha detto...

Polenta di ceci? spiegami un po'

daniela64 ha detto...

Sono certamente squisiti i tuoi finger food, si presentano molto bene. Che tenera la tovaglietta con i cuccioli, hai fatto bene ad acquistarla.
Buona giornata Daniela.

Lefrancbuveur ha detto...

@Dede: immaginavo questa domanda…in realtà ho un po’ barato ma neanche tanto… ho cotto dei ceci particolarmente “coriacei” e siccome non cuocevano in tempi più o meno lunghi…ad un certo punto li ho passati al passaverdure e ne è venuta fuori una crema rustica della stessa consistenza della polenta…Ecco perché l’ho chiamata così ;)

Lefrancbuveur ha detto...

@Gracianne: ;)

@Daniela: grazie mille!

Serena ha detto...

Che teneri quei cuccioli di pastore abruzzese. Il pastore un po' meno, ma la splendida combinata di polenta di ceci e salsiccia che proponi si farebbe perdonare qualsiasi cosa!!!

Lefrancbuveur ha detto...

Ma, care donne, quel'omaccione proprio non vi piace? ;)))

sississima ha detto...

deliziosi i tuoi finger food, e il fatto di poter adottare una pecora è troppo bello! Un abbraccio SILVIA

Lefrancbuveur ha detto...

Grazie Silvia! Si, in effetti la adotterei volentieri.

Yrma ha detto...

Avevo commentato anche questo post ma....non vedo niente!!!Vabbè, insomma ne approfitto per dire..: CHE BELLA TOVAGLIETTAAAAAAAAAAAAAAA, LA VOGLIOOOOOO!!!e....polenta di?????ceci????hmmmmmmm, vivendo in Trentino pensavo di sapere tutto sulla polenta!!!Mi sbagliavo!!!Vieni a farti un gior ai meractini e ci beviamo un brulé insieme??:-) Naturalmente ti preparo polenta per cena:-D

Lefrancbuveur ha detto...

@Yrma: quale altro post avevi commentato? Non mi è arrivato niente. Comunque un giro ai mercatini sarebbe davvero bello. E poi la polenta...mi sa che ti vengo a fare un saluto ;)