Il mare, il buon bere, il mangiare bene e...chi più ne ha, più ne metta

29 novembre 2012

Gli eventi enogastronomici a Roma non finiscono mai (Premio Stampa estera e Culinary talks)

La città dove vivo pullula di grandi eventi legati al buon cibo ed al bere bene.
La scorsa settimana, ad esempio, si sono tenuti due interessanti presentazioni a cui non potevo mancare.
La prima riguardava il premio 2012 che il “Gruppo del Gusto” dell’Associazione Stampa Estera 
ha conferito a delle eccellenze in campo culinario. Un premio interessante, visto che il mondo enogastronomico del nostro paese viene osservato secondo l’ottica, a volte diversa, dei corrispondenti esteri in Italia. Il premio è stato creato per far conoscere quelle realtà, quegli uomini e quelle donne che con le loro storie e con il loro operato hanno svelato le tante anime della grande tradizione enogastronomica italiana.
I premiati, nella sempre bella cornice della Città del Gusto del Gambero Rosso, sono stati il Pastificio Luca da Corte Croera, di Borca di Cadore (BL), il grande Oscar Farinetti di Eataly, il Consorzio del Brunello di Montalcino e tra i ristoranti il “Filippino” di Lipari e “Sibilla” di Tivoli.
Partner prestigioso della serata la città di Conegliano il cui sindaco ha presentato due aziende di successo, la Masottina con i suoi grandi vini ed il ristorante Da Gigetto la cui cucina ha allietato la sontuosa cena di gala che è seguita alla premiazione.


Altro importante evento è stato quello di sabato scorso, tenutosi presso lo spazio Fandango in via dei Prefetti.
 
 
La nota ed emergente realtà di Cibando ha organizzato una interessante “Culinary talk” con il mitico Gabriele Bonci di Pizzarium (Tel. 06 39745416), ormai un’istituzione a livello nazionale nel campo della pizza e del pane.
Gabriele Bonci è un personaggio molto particolare che nella sua chiacchierata con Lorenzo Sandano di Cibando ha fatto ben comprendere le sue convinzioni in tema di attività imprenditoriali e di business legate al suo lavoro:
 
  
  • Ci vuole un pizzico di incoscienza per intraprendere una attività come la sua;
  • Ci vuole (è c’è voluta) anche la comunicazione per farsi ben conoscere ed affermarsi, anche se la comunicazione può essere un’arma a doppio taglio;
  • (Infatti) Bonci è contrario alle Guide e ai loro giudizi (a volte) negativi  e affrettati (“il mangiar bene o male è soggettivo, il cibo è personale e intimo, molto intimo; è bello raccontare una esperienza positiva, non una negativa”);
  • Apprezza chi cucina, i cuochi, e di meno gli chef; oggi si cucina per stupire, ma questo a lui (e anche me devo dire) non interessa;
  • Apprezza chi cucina, i foodblogger che cucinano (appunto) tanto e trasmettono quotidianamente la loro passione.
Idee ben chiare, senza paura di far torto a qualcuno, che in gran parte condivido.
Prima di tornare a casa, facendo un salto alla libreria in Galleria Alberto Sordi, ho sfogliato il libro di Bonci che contiene tante belle idee di ricette, applicabili alla pizza ma anche (secondo me) a tanti piatti da preparare.
E certi abbinamenti fanno capire che Gabriele Bonci non è solo una persona che fa molto bene il suo mestiere ma è anche un fine intenditore, come tutti quelli, e solo quelli, come sottolinea Bonci, “che sanno ben distinguere “alla cieca” uno spicchio di Parmigiano Reggiano da uno di Grana Padano".

13 commenti:

Yrma ha detto...

Siamo sempre in giro a godercela, eh??????:DDDD (la mia è tutt invidia..qui in Trentino gli unici giri che si possono fare attualmente sono ai meractini ad ubriacarsi:DDD), Adesso però..sono troppo incuriosita dal sandwich di Oscar Wild..quante cose mi son persa!!!!)Che fai, mi raggiungi per farmi il resoconto sotto la neve??? (le montagne sono innevate qui!!:))

Lefrancbuveur ha detto...

@Yrma: come ti ho detto, quasi quasi vengo a trovarti ;)

Kittys Kitchen ha detto...

ah! Sei andato? hai fatto bene, eventi interessanti. E' un pochino che non ci si incrocia!

Kittys Kitchen ha detto...

Ah! Sei andato? Devono essere stati incontri molto interessanti, io non ho partecipato e tra l'altro è anche un pochino che non ci incrociamo... Dobbiamo rimediare!! Un bacione

daniela64 ha detto...

Un incontro molto interessante, io Bonci l'ho visto solo in Tv è una persona molto esperta nel suo campo. Buona giornata Daniela.

Lefrancbuveur ha detto...

@Elisa: si, era molto interessante la chiacchierata. Magari ci si vede la prossima settimana ;)

Lefrancbuveur ha detto...

@Daniela: sì, una persona esperta e che sa il fatto suo; inoltre è molto simpatico!

Chiara Giglio ha detto...

premetto che non amo per nulla i vini laziali(in particolare quelli dei castelli romaniche mi rifiuto categoricamente di bere)) non conosco però quello che raccomandi tu,cercherò di trovarlo in qualche enoteca qui a Trieste...Il piatto sembra molto gustoso , sono in astinenza da pasta causa la dieta che sto seguendo, se non fosse che mi ha fatto perdere 5 chili senza troppi sforzi l'avrei già abbandonata....Fra i prodotti laziali che merita citare c'è il pane di Genzano, quello si è un prodotto fantastico....Buon we Enrico...

Lefrancbuveur ha detto...

@Chiara: mi sa che hai sbagliato post, dovevi mettere il commento nel post successivo. Lo copio e incollo li...

Chiara Giglio ha detto...

mi sa che(causa dieta ed età avanzante) mi sto rinco....abbi pazienza Enrico, buona domenica!

Lefrancbuveur ha detto...

Figurati, Chiara, nessun problema ;)

Eleonora Baldwin ha detto...

Grazie del post! Ci vediamo domani alla Cibando Culinary Talk con Roy Caceres!!

Lefrancbuveur ha detto...

@Eleonora: certamente, a domani :)