Il mare, il buon bere, il mangiare bene e...chi più ne ha, più ne metta

06 aprile 2012

Auguri di Buona Pasqua con bel un tortino dolce-salato!


Siamo giunti alla vigilia di Pasqua e tutti si scatenano con casatielli, pastiere ed altre preparazioni ancora, tipiche del periodo e prodotte in serie.
Io invece, anche per mancanza di tempo, vi propongo soltanto un piatto “dolce-salato” che avevo preparato qualche tempo fa e che penso possa star bene anche sulle tavole pasquali, sia come antipasto sia (forse) a fine pasto.
L’idea mi è venuta vedendo su Real Time Tv una trasmissione che sto seguendo sempre di più negli ultimi tempi, che è quella di Alessandro Borghese “Cucina con Ale”.
Stimo Alessandro Borghese perché prepara ricette sempre sfiziose, gustosissime e oltretutto facili da eseguire.
Poi il fatto che abbia origini napoletane come me, lo rende ancora più simpatico di quanto effettivamente sia.
Ebbene in una delle sue tante puntate ha preparato dei tortini di verza con fonduta di fontina.
Dall’esecuzione di questo piatto, ho preso spunto per realizzare altri tortini del tutto personalizzati con altri ingredienti (niente di eccezionale ed innovativo, eh).
La cosa interessante di questi tortini è che sono cotti al forno ed “a bagno maria” contemporaneamente, di modo che la base è più croccante, mentre il resto del tortino è morbido e gradevole.
Ho pensato di realizzare dei tortini di pere (che adoro) e Pecorino Romano, guarniti con riduzione di aceto balsamico di Modena Igp.


 
Ho utilizzato due tipi molto interessanti di pere, le Conference e le Decana che sia tra loro che insieme al resto degli ingredienti si integrano perfettamente.

Ecco la ricetta:

Tagliare a dadini 3 pere (due Decana che mi piacciono di più ed una Conference) e saltarle in padella con poco burro, sale e pepe per circa 5 minuti.
Farle raffreddare e successivamente frullarle insieme ad un uovo, della panna fresca e del Pecorino Romano grattugiato (valutate voi la quantità a seconda se preferite che prevalga di più il dolce od il salato).
Versare il composto in degli stampini di alluminio precedentemente imburrati e farli cuocere al forno dentro un tegame nel quale saranno state messe due-tre dita di acqua fredda.
Far cuocere finché la parte superficiale dei tortini non diventa dorata. Sformare i tortini e guarnire con dell’aceto balsamico ridotto.


 
Un piatto davvero delicato ed ottimo. Del resto al contadino non si deve mai far sapere quanto è buono il formaggio con le pere…
Dopo questa originalissima frase inventata da me or ora, vi auguro una Serena e Felice Pasqua! ;-)

8 commenti:

Claudia ha detto...

A chi lo dici.. io anche nemmeno un dolce pasquale ho fatto!!!! ottimi questi tortini... originalissimi! buona Pasqua!!! :-)

Lefrancbuveur ha detto...

Grazie Claudia e Buona Pasqua anche a te!

Yrma ha detto...

Molto interessanti, Enrico!!!!Li sperimenterò senza dubbio!!Intanto, ti faccio i miei più calorosi auguri di Felice Pasqua!!!Bisous ;-)

Lefrancbuveur ha detto...

Grazie mille ed augurissimi anche a te :)

Daniela ha detto...

Sono molto golosi ed originali questi tortini, complimenti Enrico. Un saluto Daniela.

Lefrancbuveur ha detto...

Grazie Daniela :)

Gracianne ha detto...

Graphiques et intrigant ces petits flans. Entre la poire et le fromage comme on dit en francais. Joyeuses paques, un peu en retard.

Lefrancbuveur ha detto...

Merci Gracianne, à toi aussi (en retard) :)