Il mare, il buon bere, il mangiare bene e...chi più ne ha, più ne metta

2 marzo 2011

Itinerari gastronomici romani in una bella giornata di grande rugby


Come ho scritto più di una volta (ad esempio qui  e qui) nel periodo di febbraio-marzo a Roma è il momento del grande rugby internazionale. C’è il mitico torneo “6 Nazioni” e quando c’è da andare a vedere le partite allo stadio, non mi tiro certo indietro.
E’ il fascino di questo sport duro ma leale, rude ma rispettoso dell’avversario, che i giocatori e i tifosi praticano e seguono con grande orgoglio.


E poi il rugby è uno sport conviviale, proprio come siamo noi foodies....E si, perché il bello del rugby è anche il famoso “terzo tempo”, quando i componenti e i fan delle due squadre si ritrovano davanti ad un bel boccale di birra a festeggiare insieme quello che è stato comunque un evento di festa.
Quest’anno a Roma la seconda partita in casa dell’Italia era contro il Galles. Inizio partita alle 15.30. Parto di casa prima di pranzo e mi incontro con un mio amico davanti alla Pasticceria Siciliano-Svizzera a Piazza Pio XI. Questa pasticceria, come suggerisce il nome, offre degli ottimi dolci siciliani e anche a mio avviso dei buonissimi cornetti. Ma questo locale offre anche delle interessanti proposte di rosticceria, come dei fantastici arancini e rustici siciliani, oltre a dei gustosi timballetti di anellini e, a volte, piatti tipici come la caponata. Questa volta ho assaggiato un ottimo arancino al pistacchio e un rustico di pasta sfoglia ripieno di funghi e formaggio veramente notevole (in qualche altra occasione vi parlerò della mia profonda passione per i rustici di pasta sfoglia). Un locale, insomma, che segnalo come da non perdere a chi non lo conoscesse…


Sulla strada che porta allo stadio Flaminio erano presenti altri posti golosi dove poter completare il nostro pranzo itinerante prima della partita.
Ho saltato Pizzarium perché ci ero stato recentemente, ma ci tenevo ad andare in un posto di cui avevo tanto sentito parlare ma dove non ero mai stato, anche per motivi di lontananza rispetto a dove abito.
Mi riferisco a Settembrini, che è un locale difficile da circoscrivere in una specifica categoria perché è al tempo stesso gran caffè, enoteca, gastronomia, ristorante e forse altro ancora.


Limitando il mio giudizio alle sole proposte di rosticceria che ho assaggiato (il resto sarà testato al più presto) devo dire che i prodotti che ho degustato sono stati all’altezza delle aspettative. Ottima la polpetta di melanzane che abbiamo preso, con all’interno un ripieno molto saporito e lasciato (credo) volutamente grossolano e a pezzi (nella foto in basso). Un gradino più in giù, a mio avviso, i supplì di zucca e taleggio e al ragù di polipo.


Giunti allo stadio, prima dell’ingresso alla partita non poteva mancare la degustazione di una buona birra bionda, tra tifosi gallesi vestiti dei loro colori (rossi), con folkloristici e a volte buffi copricapo.


La partita è stata, come spesso accade al 6 Nazioni, molto vibrante, a cominciare dagli emozionanti inni nazionali (qui il bell’inno gallese) e continuando con il match vero e proprio, anche se a mio parere gli azzurri non hanno ancora la capacità di giocare bene nei momenti importanti della partita, mostrando a volte delle inspiegabili ingenuità…
Chiusa la breve descrizione dell’evento sportivo, che per la cronaca ha visto prevalere il Galles, rimane da dire che dopo ci siamo recati a “vivere” il “terzo tempo”, poco fuori lo stadio.
E quindi ancora birra, musica, chiacchiere (anche in inglese), allegria, gadget degli sponsor e, naturalmente, caffè finale a completare una bellissima giornata di sport e di buona e sfiziosa cucina!

21 commenti:

JAJO ha detto...

Grande Enrico !
Quella foto della "marea rossa" in tribuna è impressionante ...quasi quanto quel "fiore" gallese :-))

Spero che i calci non realizzati da Mirko Bergamasco e Orquera non ti abbiano fatto rimanere sullo stomaco tutte le bontà mangiate prima :-D
Ma conoscendoti e sapendo del tuo spirito sportivo da vero amante del rugby so che la sconfitta sarà lieve.

Lefrancbuveur ha detto...

Grazie Jajo, hai indovinato.La sconfitta dell'Italia non ha inciso sulla riuscita della giornata :) Noi amanti del rugby siamo sportivi ;-)

Daniela ha detto...

un bel reportage con delle belle foto che documentano l'evento. La polpetta di melanzane dev'essere stata squisita. Ciao Daniela.

Lefrancbuveur ha detto...

Grazie Daniela, confermo!

barbara ha detto...

Avendo un fratello Rugbista ed avendo sempre apprezzato questo fantastico sport... Qualcuno tempo fa lo definì "uno sport da delinquenti giocato da gentiluomini, ed è proprio così. La magia del terzo tempo non esiste in nessun altro sport. Spettacolo. :)

Darei proprio un bel morso a quel supplì comunque!! :D

Un bacio,
Barbara

Lefrancbuveur ha detto...

Grande Barbara, non tutti capiscono questo grande sport! Ti meriti 10 di quei supplì :))
E dove gioca tuo fratello?

Gracianne ha detto...

Moi j'ai vu Angleterre-France cette apres-midi la. Mais a la maison, pas tout a fait la meme ambiance (et on a perdu aussi...)
Merci pour tes adresses romaines qui me deonnent tellement envie d'aller y faire un tour!

Glu.fri cosas varias sin gluten ha detto...

Bello !!
E io qui sono nella terra dei Pumas......il rugby é giocato nelle scuole (dopo il football ovviamente..).

Lefrancbuveur ha detto...

@Gracianne: j'aurais voulu voir ce match la, mais je n'ai pu malheureusement. De rien pour les adresses, c'est un plaisir :)

@Glu.fri: I mitici pumas sono fortissimi! Ed anche i vostri giocatori di calcio. E da grande tifoso del Napoli il mio idolo è il "pocho" Lavezzi :))

Günther ha detto...

gran bel reportage, la pasticceria sicliano svizzera me la segno per gli arancini

Lefrancbuveur ha detto...

Grazie Gunther e buona domenica!

Claudia ha detto...

Io già a malapena seguo ilc alcio.. figuriamoci quanto ne capirei di rugby!!! eheheh ottimi gli arancini... e i supplì zucca e taleggio!!! Complimenti epr le foto.. e grazie per l'indirizzo della siciliana pasticceria che non conoscevo affatto!!! buona giornata :-D

Manuela e Silvia ha detto...

Ciao Enrico!
Il rugby non è consociuto come lo sport per umini duri, giocato da gentiluomini? Non abbiamo mai assistito ad un incontro, ma dev'esser euna esperienza da provare!
Ma quante cose sfiziose? gli arancini non li abbiamo mai assaggiati, certo che qui le alternative di ripieno sono proprio ghiotte! originalissima anche al pizza qui sotto: dolce ed affumicata!
Bè...aspettiamo delucidazioni sui rustici allora ;)
baci bacu

Lefrancbuveur ha detto...

Grazie Claudia! Le regole del rugby in effetti sono piuttosto complesse, ma l'atmosfera che si respira prima, durante e dopo le partite è unica :)

Lefrancbuveur ha detto...

@M&S: grazie! Presto un post anche sui prodoti a base di pasta sfoglia ;-)

Onde99 ha detto...

E'da un po' che il rugby impazza... mi sa che sarà il calcio del XXI secolo!

Lefrancbuveur ha detto...

@Onde 99: ne sarei felice, ma non credo...

marifra79 ha detto...

Ohh!! Ma che bello quell'arancino.. sai che non ho mai visto una partita di rugby, dev'essere uno spettacolo! Guarda che folla!
Un abbraccio e buona serata

Lefrancbuveur ha detto...

@Marifra: ti assicuro che è uno spettacolo bellissimo. Sabato c'è di nuovo una partita dell'Italia, contro la Francia :)

lamelannurca ha detto...

non ho mai assistito ad una partita dal vivo ma adoro lo spirito del terzo tempo! Fantastico il tuo reportage gastro-sportivo.. Conoscevo settemnbrini ma non l'altra rosticceria...indirizzo già segnato!!

Grazie per le dritte e anche per gli auguri!

Lefrancbuveur ha detto...

@lamelannurca: grazie a te! e auguri ancora ;-)