Il mare, il buon bere, il mangiare bene e...chi più ne ha, più ne metta

4 aprile 2010

Buona Pasqua a tutti!

Foto scattata al "farmer's market" di Via San Teodoro a Roma
Oggi è Pasqua…. Auguroni a tutti di una bellissima giornata, piacevole e golosa.
E nell’augurarvi buona Pasqua, vi propongo una ricetta certamente non originale ma tradizionalissima del periodo pasquale, la pizza umbra al formaggio.
Non è però tradizionale nell’ambito della mia famiglia: io a Pasqua sono abituato a mangiare pastiere e casatielli ed ho notizie solo “per sentito dire” della famosa colazione di Pasqua. Nelle tradizioni del Sud quest'ultima non è infatti (credo) così diffusa e si dà più risalto al pranzo. Ciò non toglie che di solito mangio pastiere ottime a colazione e ciò rende ugualmente eccellenti le mie colazioni di Pasqua…
Quest’anno ho invece voluto cimentarmi nel preparare una pizza umbra al formaggio (che trovo davvero buona) per provare a cambiare un pò le abitudini di famiglia.

La preparazione è molto semplice e la ricetta l’ho trovata in rete su un articolo de “la Stampa”.

Ingredienti:
(per 3-4 persone)

300 g di farina
3 uova
60 g di pecorino grattugiato
90 g di formaggio con i buchi (variante mia, potete usare l’Emmental svizzero, quello francese, ecc.)
60 g di acqua
30 g di burro
30 g di olio ev.
25g di lievito di birra (da sciogliere in poca acqua tiepida)
Sale e pepe qb.

Impastare tutti gli ingredienti fino ad ottenere una pasta di consistenza simile a quella del pane.
Ungere una tortiera alta e riempirla per metà con l’impasto (io ho invece usato uno stampo diverso, come si evince dalle foto). Far lievitare fino al raddoppio del volume (circa 60-90 minuti). Quindi infornare a 160° C e cuocere per 1 ora, alzando a 180° C la temperatura del forno verso fine cottura. Servirla accompagnata da affettati e uova sode.
Se mangiate questa pizza come aperitivo, potete abbinarla ad un vino molto buono che ho degustato recentemente. Un vino ottenuto dal vitigno Pecorino* che ben si abbina ad una pizza che è fatta col formaggio pecorino. Sfizioso e “inevitabile” questo "matrimonio", no?

*vitigno abruzzese che si chiama così perché la relativa uva, croccante e saporita, è molto amata dalle pecore; il vino ottenuto da questa uva ha una buona struttura e una mineralità tale, secondo me, da potersi ben abbinare con una pizza di Pasqua al formaggio.

21 commenti:

Henriette ha detto...

Joyeuses Pâques à toi et à tous ceux que tu aimes et bon repas!
Avec plein de poutous d'Henriette

Luca and Sabrina ha detto...

Innanzitutto auguri di Buona Pasqua e poi complimenti per questa torta al formaggio, che ci è capitato di assaggiare tempo fa, preparata da un'amica, ma di cui ignoravamo la ricetta. L'idea di usare del formaggio coi buchi, per noi emmental svizzero senza dubbio, la troviamo eccellente, insomma mi sa che proveremo anche noi a rifarla, abbiamo il frigorifero che trabocca di formaggi!
Sabrina&Luca

Lefrancbuveur ha detto...

@Henriette: merci, à toi aussi!

L&S: auguroni anche a voi. L'idea dell'emmental mi è venuta perchè cotto assume un sapore ancora più buono di quello normale. Mi piace molto anche quello (buono) francese.
Saluti e a presto.

Daniela di SenzaPanna ha detto...

buona!!!
ci si vede martedì??

Lefrancbuveur ha detto...

@Daniela: grazie! Per martedì ti ho risposto su twitter

gh ha detto...

Joyeuses Pâques à toi aussi. J'ai fait un gâteau rond comme toi pour Pâques, une recette de Flo Bretzel avec un détail "franc buveur". je vous mets tout ça en ligne dès que je sais me servir de mon nouveau téléphone qui prend des belles photos!!!! J'espère que vous avez le temps!!!! bye, bye.

Chiara ha detto...

Auguri di Buona Pasqua ! un abbraccio chiara

Lefrancbuveur ha detto...

@Helène: alors j'attends ton post. De quelle recette s'agit-il?

@Chiara: augurissimi anche a te!

gh ha detto...

Il s'agit du sachertorte, la dernière recette que Flo Bretzel ait publiée. Un gâteau au chocolat autrichien.
Bonne journée.

Lefrancbuveur ha detto...

Je connais bien, c'est très bon le sachertorte!

Elisa ha detto...

Ciao Enrico!
La pizza umbra è un classico per i miei giorni di pasqua, a pranzo, colazione e cena! La trovo ottima gustata con ricotta fresca...
Auguri di Buona Pasqua, anche se in ritardo!

Elisa ha detto...

Ciao Enrico!
La pizza umbra è un classico per i miei giorni di pasqua, a pranzo, colazione e cena! La trovo ottima gustata con ricotta fresca...
Auguri di Buona Pasqua, anche se in ritardo!

Lefrancbuveur ha detto...

Grazie Elisa, anche a te! mi sembra davvero ottimo l'abbinamento con la ricotta fresca.
ciao
E.

manuela e silvia ha detto...

E' una delle poche cose che ci ripromettiamo sempre diprovare per Pasqua..e puntulamente ce ne dimentichiamo!
ma quest'anno siamo organizzate ;)
Un bacione

Lefrancbuveur ha detto...

Quindi l'avete provata? Com'era?

Max (cucinasms) ha detto...

Da tenere in nota per il prossimo anno. O per un prossimo picnic.

Lefrancbuveur ha detto...

...meglio per il prossimo pic-nic ;-) Come è andata a Parigi?

Rossella ha detto...

Bel reportage. Questo mercato è così vicino che non l'ho ancora visitato.
E' un'ottima iniziativa, alla pari del tuo post.
Certo la sosta in pasticceria :) era d'obbligo. Potrei usarla come esca per andare al mercato in compagnia

Anna Righeblu ha detto...

Mai andata, ma spero di riuscirci... magari fra qualche tempo! Da domani sarò in pausa, forzata... non potrò girare per blog né rispondere ai commenti
un caro saluto

Gracianne ha detto...

Oh, elle a l'air delicieuse, Chouette recette pour un aperitif. merci!

Lefrancbuveur ha detto...

Merci Gracianne!