Il mare, il buon bere, il mangiare bene e...chi più ne ha, più ne metta

30 novembre 2009

Venus rice

Non scopro certamente nulla di nuovo, ma il riso venere per me è un prodotto molto interessante.
E’ un riso di colore nero e non è tale per esser stato condito dopo la cottura con nero di seppia. Non è neanche uno di quei prodotti che vengono tinti con qualche colorante più o meno naturale. E’ nero, come molti di voi sapranno, semplicemente perché cresce così, naturalmente.
E’ originario dell’Asia, ma si coltiva anche in Italia nella zona del Po.
L’altro giorno ho mangiato questo buonissimo riso e devo dire che oltre ad essere leggero è anche molto buono e, a detta degli esperti, più ricco rispetto ad altri risi in sostanze utili e benefiche per l’organismo.
Passando al suo utilizzo culinario, l’idea che mi sono fatto è che questo riso è molto (più?) buono lessato (così come lo vedete nella foto) e saltato in padella con i più vari condimenti, anche se può certamente essere utilizzato anche come risotto.
Le ricette che proverei per utilizzarlo, le ordinerei in base al grado di fotogenicità e di contrasto di colori. Il nero contrasta molto bene con colori come il rosso, il giallo, l’arancione o anche il verde.
E allora una ricetta molto gustosa ed esteticamente piacevole può essere quella con cui si salta il riso venere lessato in una bella padellata di gamberi e zucchine o di gamberi e zucca.
Un’altra bella ricetta che ho trovato in rete e che devo fare moooolto presto è la seguente: cuocere in una padella antiaderente in un pò di burro un paio di uova (“a tegamino”) senza far rompere il giallo. Farci fondere sopra, coprendo la padella successivamente con un coperchio, del formaggio Taleggio tagliato a fettine. Porre le uova così cotte in un piatto dove sarà stato adagiato un “disco” di riso venere caldo: una delizia di colori e sapori!
Recentemente ho invece mangiato un piatto di riso venere (precedentemente bollito) con del radicchio e gorgonzola: anche in questo caso una squisitezza ed un contrasto di colori rimarchevole!

18 commenti:

fedeccino ha detto...

Non l'ho mai assaggiato, in realta' non sono una gran risottara, ma la tua descrizione mi incuriosisce, e poi radicchio e gorgonzola valgono bene una prova ! Ne ho vista una confezione nella serie piu' 'gourmet' dell'Ipercoop, provvedero' :)
Enrico, Henriette e' tornata :)
A presto !

Max ha detto...

Io lo condisco con burro e pepe e gli do forma con uno stampino per accompagnare arrosti con salsa. A volte anche mescolato con riso bianco.

Agave ha detto...

Sono molto curiosa, non ho mai mangiato il riso venere, con zucca e gamberetti sarà molto buone e bello da vedere, ma buonissimo anche con radicchio e gorgonzola, spero di riuscire a trovarlo!
Evelin

Elisakitty's Kitchen ha detto...

Ciao Enrico!
come va? Interessante post sul riso venere e buonissime idee sul come condirlo.
Sai che scoperto da poco che il riso venere non è l'unico riso nero che esiste? Anche quello "selvaggio" è scuro. Bacioni

manu e silvia ha detto...

Ciao! abbiamo provato questo riso più per curiosità ed intrigate dal suo colore particolare!neanche a dirlo, ci ha conquistato epr il suo aroma e poi il piatto è davvero ricco di colori! bellissime le ricette che proponi..quella con il gorgo ci sembra prorpio da provare!!
un bacione

lefrancbuveur ha detto...

@Fede: provalo e fammi sapere. Lo trovi anche di note marche legate al riso. Mi hai dato una notizia bellissima su Henriette! Grazie

@Max: belli, buoni e da provare i tuoi suggerimenti!

@Evelin: li trovi agevolmente al supermercato, come dicevo prima anche di noti marchi.

lefrancbuveur ha detto...

@Elisa: lo so, ed è anche leggero e molto buono

@Manu e Silvia: il "Gorgo" è sempre il "Gorgo"...

Precisina ha detto...

Ahhh, zucca e gamberi, t'ho beccato: stai rubando dal fratellino, confessa! :))

Gracianne ha detto...

Je ne l'ai jmais essaye non plus, bien que je l'ai vu sur de nombreux blogs. En fait il n'a jamais croise mon chemin.

lefrancbuveur ha detto...

@Nadia: ero sicuro, quando scrivevo il post, che avresti fatto un commento su zucca e gamberi :))

@Gracianne: et alors maintenant le moment est arrivé :)

Gunther ha detto...

si con radicchio e gorgonzola sembra strano ma è curioso da provare grazie dei consigli

Henriette ha detto...

Bonjour Enrico,
Je suis heureuse de pouvoir reprendre une activité saine qui m'enchante: venir visiter les amis, et comme tu en fais partie, je suis heureuse de venir te lire!
Je suis très gourmande de riz et j'essaye toutes les variétés qui me sont un peu méconnues. J'avoue ne pas avoir testé cette dernière mais si j'en trouve (doit on aller dans des magasins bio?), c'est sûr que j'utiliserai ta recette.
En attendant, je t'embrasse bien fort,
Henriette

APRANZOCONBEA ha detto...

enrico c'è a Roma un locale nuovo sove si mangia il pesce ma in modo informale...? avevo letto un articolo da qualche parte ma non ricordo più. a fine dicembre sarò a roma dai miei genitori e vorrei portarci la mia curiosissima mamma!! grazie

lefrancbuveur ha detto...

Grazie a te, Gunther.

@Henriette: bien retournée! quel plaisir! oui, dans les magasins bio tu peux le trouver facilement. A bientot :)

@Bea:un locale nuovo? non mi risulta. Comunque a Fiumicino conosco un paio di indirizzi di locali informali ma buoni, se ti possono interessare. Se avrai tempo, ci possiamo prendere un aperitivo quando vieni a Roma: non ci siamo riusciti da Gamberini, speriamo di riuscirci a Roma :))

Anonimo ha detto...

Complimenti per il blog.
Antonio

lefrancbuveur ha detto...

Grazie mille Antonio per essere pasato di qui.
Enrico

Federica ha detto...

ciao! io adoro il riso venere...solitamente lo abbino al pesce (gamberoni o mazzancolle con verdure tipo zucchine o peperoni) lo trovo super!

lefrancbuveur ha detto...

In effetti è ottimo col pesce e quelli che citi fanno anche un bel contrasto di colori.
Ciao
E.