Il mare, il buon bere, il mangiare bene e...chi più ne ha, più ne metta

8 novembre 2009

Burro maître d’hotel

Questo prodottino è una delle cose sfiziose, divertenti e utili che ho in cucina, da tenere conservato e al momento opportuno da utilizzare in mille ricette.
E’ un burro aromatizzato, sui contenuti del quale ovviamente ci si può ampiamente sbizzarrire…
Si prepara in modo molto semplice. Si lascia del burro a temperatura ambiente per una mezz’oretta circa. Si lavora poi con un cucchiaio di legno fino a farlo diventare una crema. Si incorporano poi gli ingredienti che si preferiscono, sempre amalgamando e mescolando bene. Si pone poi il composto in un foglio di carta stagnola e si modella in modo da formare un cilindro. Si chiude poi bene, formando una sorta di “caramella” (come nella foto).
Il prodotto sarà in questo momento ancora morbido. Lasciare allora il prodotto in frigorifero per una giornata, in modo da fargli riacquistare consistenza.
Il burro aromatizzato così ottenuto è poi utilizzabile quando sarà il momento, tagliandolo a rondelle da porre sulle carni o pesci alla griglia, scaloppine, arrosti, pesci bolliti, ancora caldi.
Io il mio burro aromatizzato questa volta l’ho fatto in questo modo (è un quasi un classico): prezzemolo e basilico ed aglio tritati molto fini, qualche goccia di limone, sale e pepe, tutti amalgamati nel burro precedentemente lavorato a crema.
Altri suggerimenti su burri aromatizzati: alla senape, al peperoncino, all’aneto per preparazioni di pesce…
Preparare in questa stagione un burro maître d’hotel non è poi così politicamente scorretto, visto che ora comincia a fare freddo e qualcosa di meno leggero può essere quasi autorizzato :-)

22 commenti:

marguerited ha detto...

ciao Enrico
da quanto tempo non sentivo parlare di questo meraviglioso burro, che mi ricorda tanto i miei viaggi in svizzera, dove l'ho assaggiato per la prima volta.
Un idea meravigliosa e semplice
grazie buon we
marg

fantasie ha detto...

Effettivamente è una bella idea per avvantaggiarsi!

fedeccino ha detto...

Io lo trovo politicamente correttissimo anche ora, se lo si immagina col timo ed il sale grosso sul pollame. Buona domenica :)

Max ha detto...

Bravo! E' una delizia. Ogni tanto lo preparo anche io (di solito con prezzemolo e limone).

Agave ha detto...

Questa idea mi piace, e quante possibilità di aromatizzazione ci sono! Generalmente uso più l'olio che il burro (come prevede la cucina siciliana) però non disdegno affatto, lo proverò!
Evelin

lefrancbuveur ha detto...

@Marg e Fantasie: è comodo, versatile e buonissimo!

@Fede: anche la tua è un'ottima idea :-)

lefrancbuveur ha detto...

@Max: allora ti è piaciuto Babington's? (non so se ci eri già stato)

@Evelin: evidentemente anche io uso molto di più l'olio, ma qualche volta il burro è eccezionale :-)

francesca ha detto...

Io l'ho sempre comprato gia` pronto perche in germania si usa moltissimo, e provare a farlo.... be ci provero`!
Francesca

Elisakitty's Kitchen ha detto...

Ciao Enrico! CAvolo mi è spiaciuto per domenica, ma avevo già un impegno che tra l'altro è saltato pure quello per via dell'influenza. Da Sigrid domani mi piacerebbe moltissimo esserci, certo l'orario non è proprio favorevole per me! Ma spero cmq anche se sul tardi di passare perchè ho ancora la mia copia di easy finger da farmi firmare!
:)
Speriamo di beccarci domani almeno! Un caro saluto intanto.
Bacio

APRANZOCONBEA ha detto...

ottima idea! magari non ci metto l'aglio (scelta personalissima)...e mi piace anche nelle altre varianti! idea gustosa e ottimizzatrice per le feste entranti e le cene da organizzare...

lefrancbuveur ha detto...

@Francesca: è vero all'estero, ad esempio in Francia, si vende nel banco freezer dei supermercati.

@Elisa: allora spero di vederti domani

@Bea: l'aglio in effetti può essere evitato :)

manu e silvia ha detto...

Ciao! ma sai che siamo davvero curiose di provare anch enoi a fare questo burro! ci incuriosisce moltissimo..e poi darebbe maggior sapore ai cibi! C'è un burro neutro particolare che consigli di utilizzare?!perchè noi solitamente preferiamo la margarina..quindi in questo caso non sapremmo quale prendere...
Buona giornata, bacioni
PS: una proposta...un pò azzardata forse...ma liberissimo di rifiutare....
Accetteresti due ospiti in più per l'ultimo dell'anno??!

sabrine d'aubergine ha detto...

Che bello... mi ero dimenticata del burro composto. Una cosa semplice che però in molti casi fa la differenza. Grazie per l'idea! A presto
Sabrine

Precisina ha detto...

Ah sì giusto, chi è che parlava di burro domenica? Enriiiiiii, fatti sentire per stasera, qui fatto già appuntamneto con Antonella :-)))
Baci, N.

Gracianne ha detto...

Bon, et si en plus c'est politiquement correct :)

lefrancbuveur ha detto...

@Manu e Silvia: va bene un normalissimo burro;per Capodanno, se non parto, con molto piacere vi ospito :)

@Sabrine: grazie a te!

@Nadia: ora starai leggendo il bel libro, eh?

@Gracianne: en hiver on peut manger plus de beurre, heureusement :)

dada ha detto...

Anch'io non ne sentivo parlare da un po', come se fosse passato di moda quando invece è una delizia magica :-)

lefrancbuveur ha detto...

La verità è che delle mode bisogna infischiarsene...

lefrancbuveur ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
artetecaskitchen ha detto...

Ma che carino questo blog.
Davvero tanti spunti interessanti; da visitare con maggior frequenza :)
Spero ti piaccia anche il mio blog.
Fabrizio

lefrancbuveur ha detto...

Grazie Fabrizio, anche il tuo è molto carino e lo visiterò spesso. Scambiamo i link?
Ciao

Enrico

lefrancbuveur ha detto...

anche in questo caso è accaduto qualcosa di analogo al post successivo :(