Il mare, il buon bere, il mangiare bene e...chi più ne ha, più ne metta

16 luglio 2009

Rosse tropeane

La cipolla. Prodotto che certe persone amano ma in gran segreto, perché è molto politically “scorrect”: non si può far vedere agli altri che piace, altrimenti sono dolori…
Ma la cipolla è un prodotto fantastico. A me piace in modo particolare quella rossa di Tropea. E’ dolce, carnosa, saporita….Il suo colore rosso-bordeaux che si incunea anche nelle parti interne è proprio bello a vedersi…Mi piace anche la sua storia: è un prodotto mediterraneo che veniva barattato ed esportato sin dai tempi dei Fenici sui mercati della Tunisia, dell’Algeria, della Grecia…
Ho recentemente comprato delle buone cipolle rosse di Tropea. Non è facilissimo trovarle: spesso al supermercato si trovano sì cipolle rosse, ma provenienti dall’Olanda, a leggere bene…Questa volta, però, ho finalmente trovato le rosse di Tropea originali.
Avevo in mente di realizzare la ricetta della marmellata di cipolle rosse e di provarla finalmente fatta da me, dopo averla assaggiata altre volte da vasetti acquistati o che mi erano stati regalati.
Consultando internet, ho visto come si preparava e poi, come accade spesso, ho dato un tocco personale alla ricetta.
Per questa marmellata non sono necessari molti ingredienti:

- 1 kg di cipolle rosse di Tropea
- circa 300 gr. di zucchero (c’è chi usa anche quello di canna, io ho usato quello normale)
- cognac q.b. (mitico!)
- un pizzico di erbe di Provenza, come ha sottolineato anche Sigrid, che ci stanno veramente bene

- olio extravergine, sale e pepe
- e… (aggiunta mia) qualche cucchiaino di aceto balsamico tradizionale di Modena, che secondo me fa veramente la differenza.

Ecco il procedimento:
Far appassire in poco olio le cipolle tagliuzzate a pezzetti. Aggiungere successivamente tutti gli altri ingredienti. Salare e pepare e far cuocere a fuoco lentissimo per circa un’ora.
E’ una marmellata direi elegante, vellutata, di classe, ottima per accompagnare i formaggi piccanti, e le carni.
Vi racconto poi cosa mi è successo una volta: volevo saltare in padella dei piselli con pancetta e avevo bisogno di una cipolla. Non avendola in casa, ho utilizzato al posto della cipolla una certa quantità (non moltissima) di marmellata di cipolle rosse nel soffritto. Il risultato è stato davvero ottimo e sorprendente: il piatto ha acquisito una grande eleganza.
Ho adesso ancora una discreta quantità di cipolle rosse. Vorrei utilizzarle in un risotto alle cipolle rosse e provolone piccante. Che ne dite? Quali altri utilizzi mi consigliate?

10 commenti:

marcella candido cianchetti ha detto...

buona buona ,poi con i formaggi x un topo come mè ! buona giornata

Elisakitty's Kitchen ha detto...

Ho assaggiato una composta di questo tipo abbinata a dei formaggi e devo dire che è stato amore al primo assaggio. Non avevo mai pensato di farmela in casa però con la tua ricetta potrei cimentarmi non sempbra così complicato in effetti.

lefrancbuveur ha detto...

E' vero, Marcella, con i formaggi è un abbinamento perfetto.

Ciao Elisa, prova a farla e poi mi dirai. A presto e buon weekend

Chiara ha detto...

Ormai è entrata nei classici questa marmellata di cipolle , buonissima con i formaggi . Mi piace l'idea del tuo risotto con la dolce rossa e il piccante provolone . Lo voglio provare !

lefrancbuveur ha detto...

mi sa che lo faccio domani.
Ricordati delle foto ....:)

Antonella ha detto...

Ciao Enrico! Anche io le adoro e poco fa ho postato la versione che ho copiato da Fra....mi sa che prossimamente proverò anche questa tua con il cognac ;))
Un abbraccio

JAJO ha detto...

Ottimo risotto in vista, Enrico :-D
Anche Antonella ha fatto la marmellata di cipolle di Tropea: ora sono proprio costretto... non c'è due senza tre :-D
Ottimi e presumo notevoli i tuoi "ritocchi" alla ricetta !

lefrancbuveur ha detto...

Per Antonella: ciao! vado a vedere la tua versione.

Jajo: a questo punto è d'obbligo che la fai anche tu; i ritocchi erano davvero notevoli, confermo :)
Poi ti racconterò come è andato l'esperimento del risotto...

Anonimo ha detto...

Non ho mai avuto il piacere di assegiarle...qui non si puo comprarle,solo cipolle rosse dall'Olanda,ch spesso sono cresciuto in una serra....non é la stesa cosa....baci Cleo

lefrancbuveur ha detto...

Devi venire presto in Italia, allora :))