Il mare, il buon bere, il mangiare bene e...chi più ne ha, più ne metta

21 dicembre 2007

‘O sartù ‘e riso

Ecco una ricetta tipica di Natale di origine napoletana. In realtà questo piatto si mangia a Capodanno in quanto i chicchi di riso sono simbolo di ricchezza e di buoni auspici per il nuovo anno.
Con questa ricetta parteciperei all’iniziativa di Francesca, anche se in ritardo clamoroso (non ho avuto il tempo di inviarla prima per motivi lavorativi). Sarà a suo buon cuore inserirmi o meno all’ultimo momento nella sua raccolta.

In ogni modo:

Ingredienti:
(per 6/8 persone)

700 g di riso per risotti
pangrattato q.b.
ragù

per il ripieno:
350 g di fiordilatte
3 uova sode
2 scatole di piselli
200 g di parmigiano grattugiato
polpettine fritte q.b.
6 salsicce

Preparare innanzitutto un ragú napoletano (chi non lo conoscesse gli mando la ricetta, ma altrimenti un qualsiasi ragù di carne va bene). Io ci ho messo dentro anche delle salsicce che poi sono usate anche per il ripieno.
Preparare poi delle polpettine piccole, friggerle e lasciarle sgrassare su carta assorbente.
Mettere a cuocere il riso.
Nel frattempo avvantaggiarsi nel preparare gli altri ingredienti dell’imbottitura: tagliare a dadini la mozzarella, le uova sode e le salsicce cotte nel ragú. Far saltare in padella con poca cipollina e lardo i piselli (vanno bene anche quelli in scatola)
Scolare il riso al dente e condirlo con parte del ragú.
Imburrare una tortiera con il buco al centro e rivestirla all’interno di pangrattato. Mettere sul fondo una strato di riso e poi una parte di ingredienti del ripieno, compreso all’ultimo il formaggio grana; continuare in tal modo mettendo prima il riso e poi il ripieno.Concludere con uno strato di riso finale.
Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per 20-30 minuti, fino a quando il sartú non sarà dorato.
Rivoltare il sartù che risulterà bello dorato anche dall’altra parte in un piatto di portata.
Servire con qualche cucchiaiata di ragù caldo.
Buon appetito!

7 commenti:

Flo Bretzel ha detto...

Merci pour cette recette typique et de saison, je te souhaite de bonnes fêtes de fin d'année!

lefrancbuveur ha detto...

Flo, mais tu parles un peu d'italien? bonnes fetes à toi aussi!

k ha detto...

Quindi a Napoli il riso al posto delle lenticchie? Molto scenografica e sostanziosa queste ricetta :-))
Buon natale!!!

anna ha detto...

Bellissimo il sartù!
Ti auguro un sereno e felice Natale!
Anna

lefrancbuveur ha detto...

Per K: no, anche il riso...le lenticchie ci sono sempre! Buon Natale anche a te!

Grazie Anna, ne ho bisogno.
Auguroni anche a te!

caravaggio ha detto...

peccaminosa ricetta ed è anche quella vera della tradizione napoletana, io invece ho postato una ricetta del '500 il dolce preferito da....... e non ti dico il nome del personaggio!augurissimi di buone festività e di peccaminose mangiate

lefrancbuveur ha detto...

auguroni anche a te! vado a vedere il tuo blog...